L’OUA lancia l’allarme all’inaugurazione dell’anno giudiziario: meno tutele per le fasce deboli

di  /   /  0 Commenti A- A A+

Ecco il comunicato stampa dell’OUA sull’intervento del suo presidente, l’avv. Mirella Casiello, all’inaugurazione dell’anno giudiziario:

A margine della cerimonia di inaugurazione dell’Anno Giudiziario, presso la Suprema Corte di Cassazione, Mirella Casiello, presidente dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura – O.U.A. –, sentito l’intervento del Ministro Orlando, ha lanciato un grido di allarme a difesa dell’accesso alla giustizia delle fasce più deboli del Paese: «Il patrocinio a spese dello stato – denuncia – è sempre più depotenziato: un errore e un’ingiustizia! Questo strumento in questi anni è stato fondamentale nella difesa dei cittadini meno abbienti. Chiediamo al Ministro Orlando che si inverta la rotta, servono nuove politiche che rilancino questo sistema di tutele e che valorizzino gli avvocati che prestano la loro attività in questo ambito, riconoscendogli compensi equi e dignitosi in tempi rapidi e certi. È una scelta di buonsenso e di civiltà».

Infine il presidente dell’Oua, alla fine della cerimonia, ha sottolineato anche «l’importanza dei continui e ripetuti riconoscimenti al ruolo costituzionale degli avvocati, protagonisti insieme ai magistrati della giurisdizione, come testimoniano tutti gli interventi di oggi, compreso quello del Guardasigilli e delle massime autorità della magistratura. Un passo in avanti dopo anni di ostracismo nei confronti dell’avvocatura»

Apprezzabile indubbiamente il discorso sul gratuito patrocinio e sul ruolo dell’avvocatura nella giurisdizione. Un vero peccato che i problemi dell’avvocatura siano stati appena sfiorati. La verità è che la tutela dei cittadini passa anche attraverso un sistema forense equo, non improntato agli elitarismi, che garantisca il ricambio generazionale e una rappresentanza democratica della base degli avvocati. Senza questi basilari elementi, anche il diritto di difesa del cittadino viene gravemente compromesso, con o senza il gratuito patrocinio.

© 2015 siamoavvocati.it – Note Legali  Commenta
Seguimi su Facebook / Twitter / Iscriviti alla Newsletter

Ancora nessun commento. Vuoi essere il primo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I commenti vengono pubblicati a totale ed esclusiva discrezione dell'autore del blog. Ai fini della pubblicazione sarà valutata l'osservanza da parte del commentatore delle seguenti regole e condizioni:
  1. 1. I commenti devono essere o contenere opinioni personali di chi commenta. L'estrapolazione di piccole parti di articoli è permessa ai fini del proprio commento (il quote).
  2. 2. I commenti devono essere sintetici, pertinenti all'articolo, scritti in italiano (possibilmente) corretto e non in maiuscoletto. Ci si si riserva il diritto di tagliare il commento nei punti superflui.
  3. 3. I commenti non devono essere offensivi, razzisti e diffamatori nei confronti di chiunque, e non possono incitare alla violenza e alla discriminazione. Inoltre non devono essere meramente provocatori e inutili.
  4. 4. I commenti non devono offendere l'autore del blog.
  5. I commenti non possono citare, sostenere e supportare notizie acclarate come infondate e false.
  6. 5. I commenti non possono essere intercalati con volgarità.
  7. 6. I commenti non devono essere inseriti per mero fine di auto-pubblicità del proprio sito o per promuovere un prodotto.
  8. 7. È comunque fatto divieto inserire nei commenti link a siti malevoli, spammers, pornografici e pedopornografici.
I commentatori che violano queste norme verranno contrassegnati come spam e i loro commenti non verranno pubblicati.

Software Popolari