Archivio per Etichetta:Processo & Procedura

Gli schemi per il ricorso in Cassazione sulla base del Protocollo CNF-Corte di Cassazione

di  •   •  Replica

Di seguito riporto qui il comunicato apparso sul sito del Consiglio Nazionale Forense il 18 dicembre scorso, relativo al protocollo firmato tra la Corte Suprema di Cassazione e lo stesso CNF per la redazione sintetica dei ricorsi in Cassazione, che sicuramente farà felice il mondo forense. Alla fine dell’articolo, trovate i link diretti agli schemi… Leggi di più →

Archiviato in: Senza categoria  •  Tags: , , , , , ,

Gli undici articoli 16 del DL 179/2012 sul pct dopo la riforma estiva

di  •   •  Replica

La riforma estiva di cui al D.L. 27 giugno 2015 n. 83, in G.U. 147 del 27/06/2015, è intervenuta anche sul processo civile telematico, modificando l’art 16 bis del D.L. 18 ottobre 2012 n. 179 (conv. in L. 221/2012) e aggiungendo gli articoli 16 dieces e 16 undieces. Al fine di venire facilmente a capo… Leggi di più →

Ennesimo aumento dei diritti di copia. E la giustizia diventa sempre più cara

di  •   •  Replica

Il Ministero della Giustizia ha provveduto ad aggiornare le tabelle relative ai diritti di copia e di certificato, come prevede la legge1, la quale stabilisce che gli aggiornamenti devono essere fatti ogni tre anni in base agli indici ISTAT e dei prezzi al consumo per le famiglie del triennio precedente. Diritti di copia forfetizzato Numero pagine Importo… Leggi di più →

Archiviato in: Senza categoria  •  Tags: , , ,

Da oggi, 30 giugno, PCT anche in Appello

di  •   •  Replica

Da oggi, il PCT approda anche in appello. Per gli avvocati, dunque, scatta l’obbligo del deposito telematico, anche per gli atti d’appello, esclusi gli atti introduttivi, per i quali vale ancora la regola della facoltatività. Dunque gli atti endoprocessuali dovranno obbligatoriamente essere depositati telematicamente (ogni busta non dovrà eccedere i 30mb), mentre gli atti introduttivi… Leggi di più →

La domanda introduttiva di un giudizio non è chiara? Il cliente va risarcito

di  •   •  Replica

Secondo il Tribunale di Ivrea, se l’avvocato sbaglia nel porre la domanda introduttiva del giudizio, tanto da non far emergere la causa petendi, deve risarcire il cliente per i danni che siano derivati dalla denegata giustizia connessa all’errore. Nel caso di specie un avvocato veniva citato in giudizio per ottenere il risarcimento del danno, poiché non… Leggi di più →