Archivio per Etichetta:Processo & Procedura

E’ nulla la sentenza camerale se l’avvocato aderisce allo sciopero e chiede rinvio

di  •   •  Replica

Se l’avvocato aderisce a uno sciopero legittimamente proclamato dagli organi di categoria e ne dà comunicazione nelle forme e nei termini stabiliti dal codice di autoregolamentazione, l’eventuale udienza camerale (nella quale non è obbligatoria la partecipazione delle parti) è nulla là dove il giudice, prendendo atto dell’astensione, non rinvia la trattazione. Lo ha sostenuto la… Leggi di più →

Dal 1 gennaio 2016 il Reclamo/Mediazione esteso a tutte le controversie tributarie

di  •   •  1 commento

Con il D.lgs 24 settembre 2015, n. 156, il testo dell’articolo 17-bis del decreto n. 54627 (“Il reclamo e la mediazione”) è stato integralmente sostituito dall’articolo 9, comma 1, lettera l. Ecco il testo: Art. 17-bis (Il reclamo e la mediazione). – 1. Per le controversie di valore non superiore a ventimila euro, il ricorso produce anche gli effetti di un… Leggi di più →

L’inesistenza della procura alle liti non determina l’inesistenza dell’atto di citazione

di  •   •  2 commenti

Se nell’atto di citazione manca la procura alle liti, è inesistente quest’ultima, ma non l’atto di citazione, atteso che la procura non è un presupposto indefettibile la cui mancanza determina nullità ex-art. 167 c.p.c. Pertanto, l’atto di citazione che sia privo della procura alle liti può comunque introdurre il processo, e questo può concludersi con… Leggi di più →

Revocatoria. Se l’onorario dell’avvocato viene calcolato sul valore della controversia

di  •   •  Replica

La liquidazione degli onorari dell’avvocato, in un giudizio di revocatoria fallimentare, è fatta tenendo conto del valore della causa che viene determinato ai sensi dell’art. 6, comma 2, del D.M. n. 127 del 2004, laddove risulti manifestamente diverso da quello presunto a norma del codice di procedura civile. Così afferma la Corte di Cassazione con… Leggi di più →

Archiviato in: Senza categoria  •  Tags: , , , , ,

La prova del deposito via PEC? Solo se vengono esibite le tre ricevute: consegna, controllo e accettazione

di  •   •  Replica

Secondo il Tribunale di Milano (ord. 8 gennaio 2015), la prova del deposito via PEC non si perfeziona solamente attraverso l’esibizione della ricevuta di avvenuta consegna al gestore della PEC del ministero della Giustizia. Occorre anche esibire le ricevute nelle quali viene data comunicazione dell’esito dei controlli effettuati dal dominio giustizia, nonché dagli operatori della cancelleria o… Leggi di più →