Archivio per Etichetta:giustizia

L’avvocatura: una categoria in coma profondo. Il punto

di  •   •  Replica

Sappiamo perfettamente che la professione di avvocato non è come una qualsiasi altra libera professione, e non lo è perché il ruolo dell’avvocato nell’economia processuale è fondamentale ed è strumento di attuazione dell’irrinunciabile principio della corretta e imparziale somministrazione della giustizia. Eppure, nonostante (o a causa di) questa consapevolezza, presente a ogni livello, da anni ormai si assiste… Leggi di più →

E’ nulla la sentenza camerale se l’avvocato aderisce allo sciopero e chiede rinvio

di  •   •  Replica

Se l’avvocato aderisce a uno sciopero legittimamente proclamato dagli organi di categoria e ne dà comunicazione nelle forme e nei termini stabiliti dal codice di autoregolamentazione, l’eventuale udienza camerale (nella quale non è obbligatoria la partecipazione delle parti) è nulla là dove il giudice, prendendo atto dell’astensione, non rinvia la trattazione. Lo ha sostenuto la… Leggi di più →

Compenso professionale e obbligo di negoziazione assistita. Quando ricorre

di  •   •  Replica

Trattasi di un’ordinanza del Tribunale, ma è già indicativa dei futuri orientamenti giurisprudenziali in materia. Ebbene, nel caso di richiesta di recupero del compenso professionale, l’avvocato deve comunque invitare la controparte alla negoziazione assistita, là dove la legge preveda la sua obbligatorietà. Lo afferma il Tribunale di Verona (ord. 6688/2015), secondo il quale ai fini della determinazione della… Leggi di più →

Mediazione, riservatezza e contumacia del convenuto. Pronuncia del Tribunale di Roma

di  •   •  Replica

Il Tribunale di Roma ha chiarito due punti importanti relativi alla procedura di mediazione. Il primo riguarda il dovere di riservatezza che grava sul mediatore, sulle parti e gli avvocati in ordine a quanto viene detto e dibattuto nell’attività di mediazione. Il secondo invece riguarda il caso di contumacia del convenuto. Mediazione e riservatezza Quanto… Leggi di più →

Se il giudice rinvia la causa al 2019 per il troppo lavoro

di  •   •  Replica

Redigere sentenze non è un lavoro facile se fatto bene. Non ci si può alzare la mattina e scrivere senza neanche aver aperto il fascicolo. E certamente esistono dei limiti oltre i quali la quantità (e dunque la produttività secca) va a detrimento della qualità che viene richiesta soprattutto in quegli atti nei quali si decide… Leggi di più →

Archiviato in: Senza categoria  •  Tags: , , , , , ,