Archivio per Etichetta:contributi

Gli avvocati che devono pagare i contributi all’INPS per gli anni 2004-2006

di  •   •  Replica

L’INPS ha iscritto d’ufficio alla gestione separata quegli avvocati che nel 2006 hanno dichiarato tra i 5 mila e i 20 mila euro, e coloro che nel 2004 e nel 2005, hanno avuto un reddito superiore ai 5 mila euro, i quali non hanno pagato il contributo soggettivo. L’iscrizione – così riporta il quotidiano Il Dubbio… Leggi di più →

Che fine fanno i contributi versati alla Gestione Separata INPS?

di  •   •  Replica

La domanda è: dove diamine vanno a finire i contributi che gli avvocati ante-obbligo di iscrizione alla Cassa Forense e i praticanti hanno versato nella gestione separata INPS? Verrebbe spontaneo rispondere che quegli anni di contributi versati nelle casse dell’INPS saranno comunque utili ai fini della pensione del libero professionista. Peccato che non sia così. La legge infatti non… Leggi di più →

Il diritto (abolito) alla restituzione dei contributi versati a Cassa Forense

di  •   •  Replica

La L. 20 settembre 1980, n. 576, all’art. 21, comma 1, prevedeva la restituzione dei contributi soggettivi e i minimi, versati dall’avvocato qualora costui, malauguratamente, non avesse raggiunto i requisiti contributivi per ottenere la pensione. Ebbene questa norma purtroppo è stata abolita dall’art. 4 del regolamento generale di Cassa Forense, che ha posto il divieto di restituire… Leggi di più →

Cassa Forense. Ecco perché i minimi previdenziali obbligatori sono incostituzionali

di  •   •  2 commenti

Da qualche giorno a circa centomila avvocati è arrivata la PEC con la quale Cassa Forense annuncia l’iscrizione coatta all’omonimo istituto previdenziale, in ottemperanza dell’art. 21 della legge professionale. Una vera e propria doccia fredda prima delle festività natalizie che avrà certamente rovinato il clima festoso di tanti colleghi. La contribuzione minima quale “tassa” per… Leggi di più →

Archiviato in: Previdenza  •  Tags: , ,