Archivio per Etichetta:continuità professionale

Regolamento permanenza albo. Dopo il sì del Parlamento, imminente la pubblicazione

di  •   •  Replica

Tutti ormai conoscono il regolamento di attuazione dell’art. 21 L.P. sull’effettivo esercizio dell’attività professionale. Ebbene, sia CNF che Consiglio di Stato, dando parere favorevole alla norma, hanno suggerito l’estromissione della prova circa la regolarità del pagamento dei contributi previdenziali e del pagamento della quota annuale all’ordine in quanto il mancato inadempimento è già sanzionato da altre norme… Leggi di più →

Andrea Mascherin (CNF): nessuno verrà cancellato dall’albo per motivi di reddito

di  •   •  2 commenti

Il neo-presidente del Consiglio Nazionale Forense viene intervistato dal Corriere della Sera sulle recenti riforme che interessano la nostra professione. In particolare, il collega Mascherin affronta due tematiche care all’avvocatura: il socio di capitale e la cancellazione dall’albo per mancanza di abituale svolgimento della professione (art. 21, comma 1, legge 247/2012). Per quanto riguarda il… Leggi di più →

Il diritto costituzionale di esercitare la professione di avvocato è diritto “inaffievolibile”

di  •   •  Replica

Sui social network è stato pubblicato questo interessante commento di un collega. E’ decisamente utile alla discussione, poiché affronta il problema dell’art. 21 L.P., e segnatamente quello della continuità, effettività, abitualità e della prevalenza dell’esercizio della professione forense, soprattutto alla luce della ormai famosa “bozza” di regolamento che vorrebbe condizionare l’esercizio della professione di avvocato a una… Leggi di più →

Si potrà fare l’avvocato, ma in modo effettivo, continuativo, abituale e prevalente

di  •   •  Replica

Balza all’evidenza come il Ministero della Giustizia, con lo schema di regolamento in questione, utilizzi la leva reddituale, vietata dalla legge n. 247/2012, per portare a compimento il processo di selezione censuaria nella categoria degli avvocati. È previsto, infatti, alle lettere G e H dell’art. 2, n. 2, che la professione forense è esercitata in… Leggi di più →

I parametri reddituali ed economici sottesi nello schema di D.M. sull’effettività dell’esercizio professionale

di  •   •  Replica

Ieri ho pubblicato l’art. 2 dello schema di decreto ministeriale che dovrebbe dare attuazione all’art. 21 L.P., relativo alla continuità, effettività dell’esercizio della professione. Il D.M. un unicum nel panorama lavorativo E’ innegabile che vi siano degli evidenti profili di illegittimità nel regolamento suddetto. A parte il fatto che la norma, unitamente alla previsione legislativa dalla quale… Leggi di più →