Archivio per Etichetta:avvocatura

Ah, Palazzaccio mio, che ti tocca vedere!

di  •   •  Replica

Pubblichiamo questa bellissima riflessione del collega Giuseppe Caravita. “Ah, Palazzaccio mio, che ti tocca vedere…avvocati che minacciano con il coltello il cliente, avvocati che si imbucano ai cenoni di Capodanno facendo finta di essere raccomandati dalla Guardia di Finanza… e io che ti sogno immerso nel blu della notte capitolina, io che venivo da te… Leggi di più →

Archiviato in: Senza categoria  •  Tags: , , , , ,

Libertà professionale addio? Una riflessione tra il preventivo obbligatorio e il socio di capitale

di  •   •  Replica

La scelta di esercitare la professione forense un tempo era dovuta al desiderio di svolgere un lavoro di libertà e prestigio. Soprattutto all’idea che si esercitava un ruolo fondamentale e determinante nella società, e che questo ruolo concretizzava la libertà del cittadino, di cui la libertà e l’indipendenza dell’avvocato non erano altro che il fulgido riflesso…. Leggi di più →

Un avvocato sopporta costi fissi per almeno 5 mila euro l’anno

di  •   •  1 commento

E’ arduo fare un calcolo preciso dei costi fissi della professione forense. Tuttavia, comprendendo anche la Cassa Forense (e si deve), un avvocato che ha un reddito inferiore ai 10 mila euro, ha costi fissi – diciamo “ordinistici” – per almeno 5 mila euro l’anno, non tenendo conto delle attuali agevolazioni previste dal regolamento previdenziale, che peraltro… Leggi di più →

Liberalizzare la professione forense significa eliminare ogni ostacolo reale al suo esercizio

di  •   •  Replica

Non sono mai stato d’accordo con il socio di capitale nelle società di avvocati. Come ho più volte scritto, trattasi di un meccanismo che potrebbe compromettere il ruolo costituzionale dell’avvocato nell’esercizio del diritto di difesa del cittadino. Questo perché il socio di capitale investe il proprio denaro per trarre profitto dall’attività. E non sempre l’attività legale… Leggi di più →

Il TAR boccia il regolamento elettorale dei COA. Nuovamente al voto?

di  •   •  Replica

Il Tar del Lazio, su ricorso di ANF, ha bocciato il regolamento elettorale dei COA gettando l’ombra sinistra del voto sui nuovi ordini, eletti sulla scorta del regolamento dichiarato illegittimo. Da più parti si prospetta infatti un ritorno alla cabina elettorale, ma è davvero improbabile che ciò accada. A parte gli aspetti tecnici e i tempi per… Leggi di più →