Collabora

Siamoavvocati è un blog dedicato al mondo forense.

Chi può scrivere su Siamoavvocati

Possono scrivere avvocati o ex avvocati, praticanti o laureati in giurisprudenza, professori universitari in materie giuridiche e ricercatori in materie giuridiche.

Gratuità dell’impegno

Siamovvocati non paga gli articoli che pubblica. Siamo un gruppo di volontari che segue e cura un blog per passione e per amore della professione e del diritto. Perciò chi scrive o scriverà per Siamoavvocati deve essere un volontario consapevole di farlo per gli stessi valori e gli stessi fini. Se hai di mira uno stipendio oppure una retribuzione ad articolo, stai cercando una testata giornalistica. In tal caso, Siamovvocati non fa per te: è solo un blog!

Oggetto dei post

I post da pubblicare devono riguardare il mondo forense e magari, se di interesse per gli avvocati, il mondo dei professionisti attigui (es. notai, commercialisti). Non sono ammessi post che non riguardano strettamente il mondo degli avvocati. E in ogni caso, l’argomento deve poter essere inquadrato nelle categorie previste.

Linee guida di pubblicazione

Siamovvocati, nei limiti del tempo e delle possibilità degli amministratori, cerca sempre di vigilare sui contenuti postati dai singoli autori, invitando gli stessi a operare le correzioni e i tagli necessari. Tuttavia, è preciso dovere/obbligo degli autori postare contenuti che siano rispettosi delle persone. Siamovvocati declina ogni responsabilità per contenuti che violano queste regole. La responsabilità è personale di ogni autore. A tal proposito, ecco le linee guida da seguire nel pubblicare i propri contenuti:

  1. Il contenuto deve essere sempre informato al rispetto dell’onorabilità e del decoro delle persone citate nell’articolo.
  2. Limitamente agli avvocati e ai praticanti, il contenuto pubblicato deve rispettare le norme della legge professionale e del codice deontologico.
  3. E’ fatto assoluto divieto per gli avvocati e i praticanti utilizzare i contenuti pubblicati per fare pubblicità al proprio studio legale o per rilasciare consulenze. Non è consentito inserire i propri indirizzi email e i propri recapiti di studio.
  4. La critica deve essere sempre caratterizzata da una certa continenza e non deve mai trascendere in frasi d’odio, di incitazione all’odio, di discriminazione e di denigrazione personale.
  5. Il diritto di critica – diversamente dal diritto di cronaca – non risponde al criterio della verità dei fatti narrati non essendo caratterizzata da una visione oggettiva e imparziale degli stessi, ma non deve neanche fondarsi su notizie acclarate come false e infondate.
  6. I contenuti non devono violare il diritto d’autore di terzi.

Ogni autore è libero di modificare in ogni tempo il proprio contenuto per renderlo aderente a queste linee guida.

Siamoavvocati, in ogni caso, si riserva il diritto di modificare e tagliare gli articoli pubblicati, di non pubblicare gli articoli proposti o di cancellare quelli pubblicati, senza il preventivo consenso degli autori e in ogni caso, senza chiedere loro alcuna autorizzazione in merito.

Quanti articoli e quanto lunghi?

L’ideale sarebbe che l’autore pubblicasse almeno due post a settimana, di media lunghezza: almeno una ventina di righe. Tuttavia Siamoavvocati non è una testata online e non pone alcun limite. L’autore è libero di pubblicare quanti articoli vuole e quando vuole, senza alcuna costrizione od obbligo di pubblicazione a cadenza regolare o senza alcun limite di contenuto. Il nostro è un blog, e come tale, l’autore deve sentirsi libero di scegliere le modalità e i tempi e i contenuti da pubblicare, curando attenzione sui post pubblicati da altri autori per evitare duplicazioni.

Pubblico io oppure pubblica Siamoavvocati per me?

Questa norma attualmente è sospesa. Gli articoli vengono pubblicati solo dagli amministratori.

Alcuni autori potrebbero non volere o non essere capaci di autopubblicare su Siamoavvocati i propri contenuti. In tal caso, gli amministratori di Siamoavvocati provvederanno direttamente, una volta che l’autore trasmetterà l’articolo via email. I tempi di pubblicazione in tale caso, potrebbero allungarsi.
Fuori da questa ipotesi (comunque sconsigliata), è invece caldamente consigliato che l’autore pubblichi in perfetta autonomia il proprio contenuto e si occupi di moderare i commenti all’articolo.
In ogni caso viene fatto salvo quanto previsto nell’ultimo comma delle linee guida di pubblicazione.

Formattazione degli articoli

Per garantire una certa uniformità, gli autori devono seguire questi criteri di formattazione degli articoli:

  • L’articolo deve essere scritto in italiano corretto. Siamoavvocati non fa correzioni grammaticali né di sintassi.
  • Tra un paragrafo e l’altro deve essere inserito uno spazio vuoto. Per crearlo, premere il tasto [invio] dopo il punto. Per non lasciare spazi [ctrl]+[invio].
  • In ogni paragrafo devono essere evidenziate brevi frasi in grassetto.
  • Le citazioni lunghe devono essere racchiuse nei blockquote (usando l’apposito pulsante che raffigura il doppio sergente). Non deve essere inserito il virgolettato a mano e non deve essere inclinato il carattere. Ci penserà il sistema a creare la giusta formattazione nel blockquote.
  • Le citazioni corte devono essere invece virgolettate con i doppi sergenti alti, oppure con le virgolette basse (utilizzando il pulsante raffigurante la lettera Ω) e il carattere deve essere inclinato manualmente.
  • Ogni articolo deve essere corredato da un’immagine, che potrà essere scelta o nel catalogo delle immagini già pubblicate su Siamoavvocati oppure potrà essere caricata dal proprio PC. Si consiglia l’utilizzo di due dimensioni standard alternative fra di loro: 150px per 150px posizionata a sinistra del testo, ovvero larghezza massima per 200px di altezza, utilizzando il sistema di taglio di WordPress, posizionata al centro. Per qualsiasi delucidazione in merito, potete contattare direttamente Siamoavvocati.
  • Le immagini devono essere liberamente utilizzabili e non devono essere coperte da copyright. Se l’immagine o le immagini sono coperte da copyright, l’autore dell’articolo deve avere il consenso dell’autore dell’immagine al suo utilizzo.
  • È sconsigliato l’utilizzo di più immagini nel medesimo post, salvo non siano assolutamente necessarie a corredare l’articolo. Nel caso si debbano utilizzare le immagini successive alla prima (posizionata a sinistra) devono essere posizionate alternativamente a destra e poi a sinistra.
  • Se necessario, possono essere caricati dei file PDF all’interno dell’articolo.

Ma i contenuti pubblicati a chi appartengono? A me oppure a Siamoavvocati?

Il contenuto da te pubblicato ti appartiene, ma Siamoavvocati ha il diritto di utilizzarlo a sua discrezione, senza doverti chiedere particolari autorizzazioni.

Ho deciso. Divento un autore di Siamoavvocati

Se intendete diventare autori di Siamoavvocati, usate il form dei contatti e scriveteci, mettendo nell’oggetto: collaborazione Siamoavvocati. Allegate un articolo demo, oppure un link al vostro blog personale se ne avete uno.

Ci riserviamo in ogni tempo di modificare questo contenuto senza obbligo di notifica ad alcuno. 

Seguimi su Facebook / Twitter / Iscriviti alla Newsletter