Anche gli avvocati stabiliti possono eleggere ed essere eletti nei COA

di  /   /  0 Commenti A- A A+

La commissione chiarisce un dubbio espresso dal COA di Oristano, in merito ai limiti di elettorato attivo e passivo degli avvocati stabiliti, escludendo appunto che vi siano dei limiti e affermando che gli avvocati stabiliti hanno il diritto di voto nelle elezioni dei Consigli dell’Ordine, e possono essere altresì candidati ed eletti.

La commissione parte dall’art. 28, comma 2, della legge professionale, la quale afferma che “hanno diritto al voto tutti coloro che risultino iscritti negli albi e negli elenchi dei dipendenti degli enti pubblici e dei docenti e dei ricercatori universitari a tempo pieno e nella sezione speciale degli avvocati stabiliti, il giorno antecedente l’inizio delle operazioni elettorali”. La norma esclude solo gli avvocati che per qualunque ragione siano stati sospesi dall’esercizio della professione.

Per quanto riguarda invece gli eleggibili, la legge professionale afferma chiaramente che sono eleggibili “tutti gli iscritti che hanno diritto di voto”, salvo che non abbiano riportato sanzioni disciplinari più grave dell’avvertimento. E salvo il limite del doppio mandato.

Perciò – secondo la commissione – nessuna limitazione per gli avvocati stabiliti. Costoro potranno votare e potranno candidarsi ed eventualmente essere eletti, come gli avvocati iscritti nell’albo ordinario.

© 2015 siamoavvocati.it – Note Legali  Commenta
Seguimi su Facebook / Twitter / Iscriviti alla Newsletter

Archiviato in: Giurisprudenza  /  Tags: , ,

Ancora nessun commento. Vuoi essere il primo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I commenti vengono pubblicati a totale ed esclusiva discrezione dell'autore del blog. Ai fini della pubblicazione sarà valutata l'osservanza da parte del commentatore delle seguenti regole e condizioni:
  1. 1. I commenti devono essere o contenere opinioni personali di chi commenta. L'estrapolazione di piccole parti di articoli è permessa ai fini del proprio commento (il quote).
  2. 2. I commenti devono essere sintetici, pertinenti all'articolo, scritti in italiano (possibilmente) corretto e non in maiuscoletto. Ci si si riserva il diritto di tagliare il commento nei punti superflui.
  3. 3. I commenti non devono essere offensivi, razzisti e diffamatori nei confronti di chiunque, e non possono incitare alla violenza e alla discriminazione. Inoltre non devono essere meramente provocatori e inutili.
  4. 4. I commenti non devono offendere l'autore del blog.
  5. I commenti non possono citare, sostenere e supportare notizie acclarate come infondate e false.
  6. 5. I commenti non possono essere intercalati con volgarità.
  7. 6. I commenti non devono essere inseriti per mero fine di auto-pubblicità del proprio sito o per promuovere un prodotto.
  8. 7. È comunque fatto divieto inserire nei commenti link a siti malevoli, spammers, pornografici e pedopornografici.
I commentatori che violano queste norme verranno contrassegnati come spam e i loro commenti non verranno pubblicati.

Software Popolari